loader icon

Categoria: Location

Villa il Geraneo

Villa il Geraneo è una location suggestiva, incorniciata dal Lago Maggiore, in provincia di Varese. Il parco secolare, l’accesso diretto alla spiaggia e la piscina privata rendono Villa il Geraneo il posto perfetto per il vostro matrimonio.

Rendi unico il tuo matrimonio sul Lago Maggiore o festeggia da noi un evento speciale con tanti servizi su misura: dal catering all’allestimento floreale, dal noleggio auto all’animazione per bambini.

Villa del Grumello

La Villa del Grumello sorge sul lungolago di Como, a poca distanza dal centro della città, raggiungibile a piedi in pochi minuti.

E’ il cuore in un’area verde urbana di grande pregio, che unisce attraverso i rispettivi parchi secolari 3 Ville storiche dedicate ad attività culturali, artistiche, formative e scientifiche, dando vita al progetto del Chilometro della conoscenza.

Strategicamente collocata tra Milano e Lugano (Ticino) – al crocevia di importanti vie di comunicazione internazionali e al centro delle dinamiche innovative di sviluppo produttivo e culturale europee – Como è una città ricca di storia, tradizioni ed eccellenze architettoniche e manifatturiere (tessile di alta gamma e design legno arredo, in particolare, rendono il suo territorio celebre in tutto il mondo) ed ospita iniziative culturali, di business, congressuali e sportive di rilievo internazionale.

Villa Bellini

Un’elegante location in cui organizzare eventi, matrimoni, convention e mostre d’arte in provincia di Varese.
Uno spazio fuori dal tempo, un’oasi di tranquillità ideale per ambientare i vostri eventi importati, circondati dall’incanto di un giardino all’italiana e dall’eleganza di ambienti romantici e raffinati.

La Villa, completamente ristrutturata, offre ambienti di grande atmosfera, perfettamente attrezzati.

Rocca di Angera

La Rocca di Angera si erge maestosa su uno sperone di roccia che domina la sponda meridionale del Lago Maggiore. In posizione strategica per il controllo dei traffici, fu proprietà della casata dei Visconti, originaria del Verbano, e nel 1449 fu acquistata dai Borromeo, cui ancor oggi appartiene. Al suo interno, un coinvolgente percorso conduce alla scoperta delle imponenti Sale Storiche, impreziosite dal recente allestimento della Sala delle Maioliche, una straordinaria collezione composta da trecento rarissimi pezzi.
Il Museo della Bambola e del Giocattolo, il più grande d’Europa, stupisce con la sua esposizione che ripropone la storia della bambola e del gioco attraverso l’evoluzione dei materiali, i comportamenti socio-educativi e i legami con arte, costume e moda di ieri e oggi. A fare da cornice è il ricercato Giardino Medievale, ricco di significati simbolici, realizzato a seguito di accurati studi su codici, documenti d’epoca e immagini su manoscritti miniati.

“Se il turista vorrà continuare lungo la strada, potrà arrivare a godere di una bella vista del castello..”
(S. Butler, 1882)

Palazzo Ubertini

Palazzo Penotti Ubertini, sorge al centro del borgo medievale di Orta san Giulio. Situato sulla salita della Motta a sinistra della parrocchiale dell’Assunta, fornisce la location ideale, raffinata ed esclusiva, per ospitare matrimoni, eventi, sevizi fotografici, sfilate, mostre, presentazioni, cene di gala con catering, meetings. Presenta un frontale imponente d’un riposato neoclassico.Collegati all’atrio, dove troviamo un magnifico pianoforte austriaco e vecchie armi, ci sono i saloni ognuno dei quali spicca per la particolarità dei pavimenti e dei soffitti a cassettoni decorati. Altra caratteristica del palazzo sono i suoi camini: indimenticabile quello in marmo bianco. Nella saletta verso nord ritroviamo, invece, un altro camino, cinquecentesco, con al centro lo stemma visconteo, a destra il motto ” a bon fin”.Il giardino, i cortili, le cantine e tutto il piano nobile sono a disposizione per ospitare ogni tipo di evento.

Officine del Volo

Situato nelle storiche ex-officine aeronautiche Caproni di Milano, Officine del Volo è una location polifunzionale per eventi aziendali
e privati. Contenitore flessibile e prestigioso dal design sofisticato, unico per bellezza architettonica, dall’atmosfera del loft storico e contemporaneo, con più di 1500 mq suddivisi in tre sale indipendenti o unibili. Il mondo della moda, dell’arte, della pubblicità,
del cinema, della creatività e della comunicazione trovano in questo spazio il loro luogo ideale.

MarcoPolo4

MarcoPolo4, location moderna ed elegante, situata nel cuore di Milano, risalta per le sue caratteristiche architettoniche e per lo charme dei dettagli studiati appositamente dalla proprietà.

Al piano terra della palazzina, lo spazio si estende su circa 850 mq con un teatrale lucernaio centrale.

Una zona tecnica e una zona cucina facilitano la logistica degli eventi

Lo spazio è dotato di:

Impianti di illuminazione

Impianti Audio

Riscaldamento e aria condizionata

Wi-fi

Corner cucina

E potrà esser utilizzato per:

Mostre e vernissage

Eventi aziendali

Photo shooting

Riprese per spot pubblicitari

Presentazioni e lanci di prodotto

Feste

Matrimoni e cerimonie

Lo Zerbo

Se sei alla ricerca di una villa per matrimoni, Lombardia e nord Italia possono offrire un gran numero di scelte. Ma quante di queste rispondono davvero agli standard di classe ed eleganza che ogni luxury location dovrebbe rispettare?

Da Lo Zerbo, sappiamo quanto la forma sia importante.

E non deve sorprendere se, oltre alla chiesa, l’altra gemma architettonica che impreziosisce l’intero complesso è proprio la villa.

 

 

Si tratta di una struttura che funge da collegamento temporale fra i fasti del passato che hanno contraddistinto l’intera località e la sua vocazione al futuro. A progettarla infatti è stato il celebre architetto milanese Piero Portaluppi, ideatore dei progetti per alcuni fra gli edifici più iconici ancora presenti a Milano. Per citarne solo alcuni: il Planetario Hoepli, Casa Atellani e Palazzo Crespi.

La stessa visione dell’architetto è ammirabile anche nella villa de Lo Zerbo, ricca di linee ariose e simmetrie suggestive. È un edificio unico nel suo genere, che concretizza il tocco di genialità umana in un contesto naturale già perfetto di per sé.

Alla villa si accede percorrendo un sontuoso portico che conduce all’importante ingresso con camino, collegato all’ampio e regale soggiorno anch’esso corredato di camino. Da qui si può accedere ai piani con le camere, oppure alla zona dell’accogliente sala da pranzo.

Del tutto unica è infine l’esperienza che è possibile provare nell’antica biblioteca della villa, insospettabile ricettacolo di storia e cultura immerso nella pianura lombarda.

location per eventi Milano convento dell'annunciata

Convento dell’Annunciata

Il complesso architettonico fu fatto costruire dal duca Galeazzo Maria Sforza a compimento di un voto alla Vergine e venne affidato all’Ordine dei Frati Minori dell’Osservanza di S. Francesco. Il convento fu iniziato nel 1469 e terminato nel 1472, mentre la consacrazione della chiesa a S. Maria Annunziata avvenne nel 1477.
La chiesa si presenta molto semplice all’esterno, mentre all’interno conserva un magnifico ciclo di affreschi con le storie di Maria datato “ottobre 1519” e firmato da Nicola Mangone da Caravaggio, detto il Moietta, artista leonardesco, attivo in Lombardia nel primo Cinquecento, che coniuga la resa delle architetture di Bramante, con i “moti dell’animo” di Leonardo e i dettagli dei paesaggi di Vincenzo Foppa. Il chiostro è stato interamente recuperato nell’aspetto originale e presenta decorazioni di epoche diverse.
L’ex refettorio presenta due significativi affreschi anonimi, posti l’uno di fronte all’altro: una vivace Ultima Cena risalente all’inizio del ‘600 e il ciclo tripartito sul tema della Resurrezione, molto pregevole, della fine del ‘400. Salendo al primo piano del complesso in corrispondenza del dormitorio, sono ancora visibili le strutture delle antiche cellette dei frati.
Nel 1810 il convento fu soppresso e l’anno dopo fu trasformato in un ospedale per ospitare la sezione maschile
della Pia Casa degli Incurabili, fino al 1873. Il complesso conventuale fu infine frazionato e venduto a privati, cambiando più volte destinazione d’uso, sino a diventare un complesso di piccole abitazioni popolari.
Il degrado, dovuto all’uso indiscriminato degli spazi aumentò, fino a che la struttura fu prevalentemente occupata in modo abusivo. L’Amministrazione Comunale acquisì tutto l’edificio nel 1997 e il suo restauro fu ultimato nel 2007.
Attualmente il complesso è utilizzato per eventi culturali quali: conferenze, corsi, mostre, spettacoli teatrali e concerti.